Amedeo Benedetti, o l'analisi della comunicazione

amedeo benedettiDocente di lettere, Amedeo Benedetti è noto per i suoi originali studi condotti sulla comunicazione, tra i quali, oltre ad un saggio che ha rinnovato la metodologia delle perizie scrittorie in ambito criminologico (Il linguaggio delle nuove Brigate Rosse, Genova, Erga, 2002), vanno almeno ricordati: Il linguaggio e la retorica della nuova politica italiana (Genova, Erga, 2004), raffinata analisi degli artifizi dell’oratoria berlusconiana; Sburocrazia (Genova, Aba Libri, 2008), approfondita analisi del “burocratese”; Bancarese, addio! (Genova, Aba Libri, 2008), studio sul gergo bancario; Dica trentatre (Genova, Erga, 2009), dedicato al difficile linguaggio dei medici; Mi rimetto alla clemenza della corte (Genova, Erga, 2009), che analizza il pittoresco gergo degli avvocati; Il linguaggio di Benedetto XVI, al secolo Joseph Ratzinger (Genova, Erga, 2012), dove vengono analizzate tutte le tecniche e gli stilemi del papa emerito; Il linguaggio di papa Francesco, al secolo Jorge Bergoglio (Genova, Erga, 2015), studio delle modalità di comunicazione dell’attuale Pontefice. Con Bagaglio tecnico per scrittori (Genova, Erga, 2015) e Gli errori che un romanziere dovrebbe evitare (Genova, Erga, 2016), Benedetti suggerisce agli scrittori modalità meno banali per la realizzazione del loro romanzo.

 

 

 

GLI ERRORI CHE UN ROMANZIERE 2   Il linguaggio di papa Francesco   Bagaglio tecnico per scrittori   Benedetto XVI   Da che pulpito   Bancarese addio     Mi rimetto alla clemenza della orte Gli archivi delle immagini   Losservazione per lintelligence   Lezioni di politica Kissinger   Silvio Berlusconi   Brigate rosse   Il programma dellaccesso

 

Il nostro sito usa i cookies per migliorare e ottimizzare la navigazione e consentire l'uso degli strumenti di acquisto. Non usiamo altri tipi di cookies. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.