19 ottobre - Quando l'arte si fa byte - Reasoned Art a Palazzo Rosso a Genova

Sabato 19 ottobre A Palazzo Rosso a Genova, (Teatro Auditorium in Strada Nuova, via Garibaldi 18)

si terrà l'Inaugurazione della mostra

Surrealismo e Digital Collage Art a confronto

Reasoned Art presenta H3c e Marcos Guinoza

 

Orario: da lunedì a domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 19.00

Ingresso libero

 

Locandina Fronte

Digital Collage Art Locandina Retro


Il collage digitale, nella sua forma, non è nuovo sulla scena artistica. Si utilizza la stessa tecnica di produzione usata per realizzare un collage convenzionale fatto a mano, creando un’opera d’arte completamente nuova da un assemblaggio di materiali artistici esistenti. La realizzazione del collage risale ai primi anni del ventesimo secolo, Pablo Picasso e Georges Braque furono i primi a utilizzare la tecnica del taglia e incolla. Gli artisti contemporanei manipolano i campioni di opere d’arte esistenti, immagini virtuali e trame provenienti da fonti diverse e assemblano le immagini in digitale con l’uso di particolari programmi per computer, elementi essenziali del processo di produzione. Un artista digitale deve saper padroneggiare le tecniche specifiche del suo mezzo, ma le conoscenze necessarie sono le stesse richieste ad un suo collega tradizionale: dalla prospettiva alla composizione, dall’uso del colore a quello della luce. Il digital collage unisce tradizione e innovazione: H3c Marcos Guinoza riprendono le tematiche e il metodo dal Surrealismo e la tecnica dal movimento Dada riproponendole in chiave contemporanea.

Reasoned Art è una nuova forma di mostra, un nuovo laboratorio sull’arte contemporanea per divulgare diverse forme d’arte ed artisti emergenti. È un testo che diventa un saggio, un’idea di mostra/laboratorio per lasciare spazio all’emozione dell’osservatore. Ognuno di noi può dare un’interpretazione diversa all’arte e questo vale soprattutto per le nuove correnti. Reasoned Art si pone l’obiettivo di indagare sul ragionamento che ha spinto l’autore a creare la sua opera, stimolando il fruitore a riflettere sulle motivazioni e sul messaggio che l’artista vuole rendere esplicito con il suo lavoro. Esse sono presentate in un confronto tematico, cercando di analizzare gli elementi in comune e sono abbinate in modo da creare un duplice percorso (surrealismo storico/ surrealismo contemporaneo) che possa essere d’aiuto allo spettatore. La mostra è solo uno spunto da cui partire, attraverso cui il fruitore si allena a stimolare la curiosità, a riflettere e a criticare ricercando una propria autenticità e un proprio punto di vista. Lo scopo è portare lo spettatore, tramite l’esperienza vissuta all’interno dell’esposizione, ad ampliare i propri orizzonti per avere una visione più ampia della scena reale in cui vive.

L’idea di base della mostra è quella di divulgare il Digital Collage Art e dimostrare che l’arte contemporanea è arte del nostro tempo; essa rispecchia le nostre attitudini e la nostra quotidianità. L’applicazione del modello in questione e dell’idea della mostra prende vita a Palazzo Rosso nel Teatro StradaNuova in Via Garibaldi a Genova, dal 19 Ottobre al 7 Novembre 2019. Il percorso espositivo della mostra stimola la creatività del fruitore. Esso si basa sul confronto tematico tra le opere storiche di pittori surrealisti (Dalì, Magritte, Miró, Ernst, Man Ray, Kahlo, Chagall, Picabia)e leopere di due artisti emergenti del Digital Collage Art, ossia H3c e Marcos Guinoza, esponenti del nuovo Surrealismo del ventunesimo secolo.

Il percorso dell’esposizione ripercorre le tappe dell’esistenza dell’essere umano attraverso i temi affrontati nei confronti delle opere esposte. Si parte dall’infanzia con il tema della nascita seguito da angoscia e inquietudine. In età adolescenziale i temi sono l’attesa, l’amore, lo smarrimento, la ribellione e l’evasione. Identità, visione del mondo, omologazione, apparenza e realtà sono ciò che caratterizza l’età adulta. L’età senile è sinonimo di malinconia, speranza e declino. Il percorso termina con l’auspicio di un nuovo inizio.


Il lavoro artistico di Marcos Guinoza è un connubio di ispirazioni surrealiste e minimaliste. La sua arte è un continuo creare immagini per indagare gli esseri umani e le loro contraddizioni. L’artista brasiliano svolge anche un lavoro introspettivo poiché tramite le sue opere comprende se stesso, le sue frustrazioni e i suoi sentimenti, esprimendo ciò che lo angoscia maggiormente come la solitudine, la malinconia, il vuoto, la noia o le insoddisfazioni. È interessato a quella fase di vita dove si viaggia in modalità autopilota.

Le opere di H3c rappresentano un tentativo d’incontro tra reminiscenze surrealiste e influenze dalla pop art. La sua arte esplora, principalmente attraverso la tecnica del Digital Collage, i meandri della psiche umana, nonché le ansie e le paure che accomunano l’intero sistema sociale. Di recente l’artista italiano ha affrontato, in chiave ironica e dissacrante, tematiche sempre più spesso legate all’ambito dell’etica, del sociale e della politica. Non a caso, il fenomeno dell’incursione nei musei che ha visto principe il writer inglese Bansky, è stato oggetto di rivisitazione divenendo un fondamentale punto di partenza per la realizzazione dei suoi lavori più recenti. 

 

Il nostro sito usa i cookies per migliorare e ottimizzare la navigazione e consentire l'uso degli strumenti di acquisto. Non usiamo altri tipi di cookies. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.