E-mail
Riviste arrow Quaderni di Scienza Politica arrow Quaderni di Scienza Politica, XXI, n. 1/2014 -
Pulp LoveQuaderni di Scienza Politica, XXI, n. 2/2014
Quaderni di Scienza Politica, XXI, n. 1/2014

168 PAGINE •
Brossura
Rif.: QSP - 1 - 2014
Prezzo: € 30,00
Quaderni di Scienza Politica, XXI, n. 1/2014

CLEMENTI Marco, DI SOTTO  Nicoletta , GOIO  Franco, MAZZOLENI  Martino , MEMOLI  Vincenzo , POGGI Gianfranco
Trattatistica
Data di pubblicazione : 30 Giugno 2014

In apertura del fascicolo, uno dei più autorevoli sociologi italiani, Gianfranco Poggi, riflette, in prospettiva storica e comparata, sul rapporto tra potere politico e potere economico, così come si è andato componendo e stabilizzando a seguito del processo di modernizzazione nelle poliarchie mature, sottolineando in particolare l'influenza esercitata delle istituzioni (Potere politico e potere economico).

L'interesse per il potere politico e per il potere sociale dà forma pure al saggio successivo, La politica tra potere e violenza. Carl Schmitt e Giovanni Sartori, nel quale Franco Goio presenta una articolata analisi dei due concetti in connessione al peso assegnato alle risorse di violenza, grazie alla comparazione tra il pensiero di due Maestri delle discipline giuridiche e politologiche.

A questo riguardo, l'arena interstatale costituisce a tutt'oggi il contesto nel quale il ricorso alla violenza rappresenta una opzione sempre percorribile dagli attori che vi agiscono, giacché manca un centro che acquista un controllo (tendenzialmente) monopolistico delle risorse coercitive. Muovendo da questa premessa di fondo, Marco Clementi illustra i risultati di una ricerca empirica nella quale egli raffronta gli accordi di sicurezza stipulati dagli stati e dalle organizzazioni internazionali nel periodo 1989-2010 con quelli sottoscritti durante la Guerra Fredda, allo scopo di stabilire se, e in quale misura, il multilateralismo contemporaneo si differenzi dal bipolarismo in materia di sicurezza (Multilateralism in Security Affairs after 1989).

Il numero si chiude con altre due indagini sul campo. Nella prima, Nicoletta Di Sotto e Martino Mazzoleni conducono una lettura comparata della competizione politica locale che si è dispiegata in occasione delle elezioni regionali del 2013 in Lazio e in Lombardia, finalizzata ad accertare in quale grado il confronto a livello subnazionale dipenda (o meno) dalle variabili che orientano la lotta per il potere in ambito nazionale (Il voto regionale del 2013 in Lazio e Lombardia: la differenziazione della competizione elettorale).

Infine, Vincenzo Memoli esamina in modo ravvicinato gli atteggiamenti di massa verso le riforme economiche in senso liberista introdotte in una ventina di paesi dell'Africa sub-sahariana a partire dagli Ottanta, allo scopo di promuovere la crescita economica, dalla quale emerge nitidamente la salienza delle variabili politiche (diritti individuali, vincoli ed opportunità a disposizione dei cittadini) nel motivare il sostegno popolare per le riforme.


IN QUESTO NUMERO

OTTAVA LECTIO “MARIO STOPPINO”
Gianfranco Poggggi, Potere politico e potere economico 

SAGGI
Franco Goio, La politica tra potere e violenza. Carl Schmitt e Giovanni Sartori 

RICERCHE
Marco Clementi, Multilateralism in Security Affairs After 1989
Nicoletta Di Sotto e Martino Mazzoleni, Il voto regionale del 2013 in Lazio e Lombardia: la differenziazione della competizione elettorale 
Vincenzo Memoli, Democrazia e riforme economiche nell’Africa subsahariana

 


 

La rivista, fondata da Mario Stoppino nel 1994, si situa in un momento storico significativo per la conoscenza dei fenomeni politici. Da una parte, gli strumenti della conoscenza sono arrivati a un grado di maturazione considerevole. La scienza politica è ormai una scienza consolidata, sia per l'affidabilità delle tecniche di conoscenza empirica e la quantità dei dati accumulati in modo sistematico, sia per l'affinamento degli schemi di interpretazione. Dall'altra parte, nel corso dell'ultimo ventennio la realtà politica del mondo contemporaneo è cambiata profondamente, sul versante della politica internazionale come su quello interno dei diversi tipi di regime, in particolare delle democrazie. Alla scienza politica si sono aperte così nuove promesse e nuove sfide. Nuove promesse, perché si sono offerti nuovi campi di applicazione ai suoi strumenti di indagine. Nuove sfide, perché i cambiamenti intervenuti e quelli in corso hanno richiesto e tuttora richiedono anche un riorientamento delle interpretazioni e delle teorie. I "Quaderni di scienza politica", per parte loro, si propongono di cooperare a cogliere queste opportunità e ad affrontare queste sfide. Accolgono contributi di teoria politica astratta, saggi di ricerca empirica che raccolgono e interpretano in modo rigoroso i dati della realtà politica, nonché scritti che mirano alla ricognizione e alla valutazione critica dei diversi temi e percorsi della letteratura politologica nazionale e internazionale. Infine, la rivista mantiene una costante e fruttuosa collaborazione con tutte le discipline (giuridiche, filosofiche, storiche, economiche e sociologiche) che studiano la politica con criteri diversi da quelli della scienza politica, ovvero studiano fenomeni che, pur in sé non politici, sono comunque rilevanti per comprendere la politica.

The Journal, founded by Mario Stoppino in 1994, aims to contribute to the development of the knowledge of political phenomena in an era of profound transformations, both in the internal and in the international environment, which bring about new questions to political science. What are the features of the new world balance? Which constraints and which opportunities does it offer to the process of European integration? In a world which is getting always more mutually dependent, notwishtanding the growing inequalities in economic and social development, what is the meaning the foreseeable future of the characteristic contemporary political communities - new and old nations? Moreover, short after the end of a century which has been called "the century of ideologies", what are the current features and the future perspectives of ideological politics? Finally, what are the current state and the future prospects of our liberal democracies? The journal aims at giving its contribution to the search of relevant answers to these questions, cooperating constantly with all the disciplines which study politics using different criteria or which study social phenomena of relevance in order to understand politics.  

 



Marco CLEMENTI

Insegna Relazioni internazionali presso il Diparti­mento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Pavia. Si occupa di teoria delle relazioni internazionali e istituzioni della sicurezza. (...)
Leggi tutto: (Marco CLEMENTI)



Nicoletta  DI SOTTO

Dottore di ricerca in Comparative and European Politics, e collabora con il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Uni­versità di Roma Tre. Si occupa di politica comparata su questioni che riguard (...)
Leggi tutto: (Nicoletta DI SOTTO)



Franco GOIO

Professore di Scienza politica e di Nazione e nation-bu­ilding nell’Università di Trieste. Si occupa di teoria politica e di teoria del nazionalismo e della nazione, temi sui quali ha pubblicato v (...)
Leggi tutto: (Franco GOIO)



Martino  MAZZOLENI

Ricercatore in Scienza politica presso l’Univer­sità Cattolica del S. Cuore di Milano, dove insegna Partiti politici e gruppi di pressione. Ha pubblicato diversi articoli sui sistemi partitici reg (...)
Leggi tutto: (Martino MAZZOLENI)



Vincenzo  MEMOLI

Ricercatore in Scienza politica presso l’Università degli Studi di Catania, dove insegna Scienza dell’Amministrazione. I principali interessi di ricerca vertono sul tema della democrazia e sulla (...)
Leggi tutto: (Vincenzo MEMOLI)



Gianfranco POGGI

Professore emerito della University of Virginia, dove ha insegnato per diversi anni. In precedenza, e in seguito, ha esercitato il magistero in numerose università italiane e straniere, e attual (...)
Leggi tutto: (Gianfranco POGGI)


Il nostro sito usa i cookies per migliorare e ottimizzare la navigazione e consentire l'uso degli strumenti di acquisto. Non usiamo altri tipi di cookies. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.