Blog Notizie

29 novembre - a Sori Milvia Moretti parla di storie da raccontare

Venerdì 29 novembre alle 17 nel Foyer del Teatro comunale di Sori (Ge)

Milvia Moretti presenta il suo libro

Noi che guardavamo a sinistra e respiravamo aria di solidarietà 

Mille ragioni per raccontare una storia

Impariamo tutti assieme a scrivere e raccontare una storia ai nostri figli o ai nostri nipoti

 

29 novembre Milvia

29 novembre - Genova - Patrizia Urbano organizza "I LOVE MYSELF" alle Cisterne di Palazzo Ducale

Venerdì 29 novembre alle 19 alle Cisterne di Palazzo Ducale a Genova

Patrizia Urbano - autrice del manuale "Salviamo la pelle" per Erga edizioni -

organizza l'evento I LOVE MYSELF

a sostegno del Centro per non subire violenza Onlus

Programma: 

Breve incontro sull'importanza dell'autostima, cocktail, degustazioni, danze sfrenate e lotteria di solidarietà

Offerta a partire da 35 euro

In omaggio ai partecipanti l'opuscolo "Autostima fuori e dentro di me"

Informazioni 010-540841 cell 348-2931427

 

Erga edizioni è orgogliosa di essere fra gli sponsor

29 novembre 2019 I love myself

23 novembre - Genova Sestri Ponente - Convegno "Eustachio Degola e Alessandro Manzoni alla Costa di Sestri Ponente"

Il Circolo ACLI "Santa Maria della Costa" in via Superiore Gazzo 27 a Genova Sestri Ponente

organizza con il patrocinio della Compagnia di San Paolo

sabato 23 novembre alle 9.15 il convegno 

Eustachio Degola e Alessandro Manzoni alla Costa di Sestri Ponente

Cenni storici, religiosi e di costumne a cura di Luciano Venzano

All'interno del Convegno Rîco Carlini insieme a Franco Bampi parlerà de 

"I Spozoéi Inpromìssi", I promessi sposi in genovese (Erga edizioni)

Locandina Convegno su manzoni

 

 

Lisciàndro Manzôni - I SPOZOÉI INPROMÌSSI - Traduçión in zenéize: Rîco Carlini. Revixón: Stêva Lusito. Coordinatô: Frànco Bampi

I Promessi Sposi, anzi I Sposoéi Inpromìssi... Ma perché tradurre in genovese il romanzo del Manzoni? Scommessa? Pazzia? Affettazione? No, amore... l’amore per una lingua giasciâ co-e trenette e i menestroin, quando il genovese era ancora la parlata dominante di un popolo, vergata e messa in versi già nel ’200. La parlata di un popolo che purtroppo alcuni, per qualche ragione non bene identificabile, tendono superficialmente a svalutare; per questo motivo, oggi è abbastanza difficile trovare testi in prosa scritti in genovese, testi che riportino la “parlata”, che la fissino sulla carta per sempre, così com’è da quando l’uomo ha scoperto la scrittura.

Qualcosa è stato fatto invece con le traduzioni di testi classici: abbiamo una Ra Gerusalemme deliverâ dello Stêva De Franchi del 1755 e La Divina Commedia del Padre Angelico Federico Gazzo del 1909. Ma si tratta di opere di poesia non di prosa. Ora questo I Sposoéi Inpromìssi viene a colmare una lacuna, a voler essere un punto di riferimento e di partenza. Il romanzo manzoniano è noto e quindi la rilettura in genovese non deve servire come un ripasso ma invece come la riscoperta (o la scoperta?!) di una lingua che non è assolutamente òrdenâia, e che anzi, nella traduzione fedele del testo italiano, mostra tutta la sua grazia, la sua vivacità, la sua limpidezza... la sua attualità; capace, insomma, di reggere il confronto con il quotato originale.


I Sposoéi Inpromìssi è stato scritto con la Grafîa Ofiçiâ. Il genovese come lo parli lo scrivi, come lo scrivi lo leggi, come lo leggi lo parli.

9 novembre - Savona - Alla PRIAMART 2019 Personale di Enrico Merli

All'interno della manifestazione PRIAMART 2019 a Savona alla fortezza Priamar dal 9 al 23 novembre 2019,

il nostro art director Enrico Merli espone una sua personale.

Inaugurazione Sabato 9 novembre alle 16.00

 PRIAMART 2019 Enrico Merli web

Sono esposte anche opere di Giorgio ANGELINI, Aurora BAFICO, Paola BRADAMANTE, Gianni CARREA, Maria Giovanna FIGOLI, Teresa FIOR, Pier Giorgio LEVA, Corrado LEONI, Michela MANFREDI, Ely MARTINI, Enrico MERLI, Patrizia TARGANI IACHINO, Ondina UNIDA, Agnese VALLE

Priamart 2019

Organizzata da Pietro Bellantone presidente delle associazioni culturali EventidAmare e Liguria-Ungheria, curata dal critico d’arte Luciano Caprile – che vogliamo ricordare come curatore o collaboratore in importanti esposizioni  con i grandi nomi dell’arte: Carlo Carrà, Renato Guttuso, Ugo Nespolo, Arnaldo Pomodoro, Giorgio De Chirico, Mimmo Paladino, Fernando Botero ed altri –, e con la partecipazione di artisti contemporanei di grande caratura, dai molteplici stili pittorici e scultorici, alcuni dei quali, come Gianni Carrea, Enrico Merli e Giorgio Angelini, veterani di “PriamArt”, 15 artisti  espongono nel Palazzo del Commissario nella Fortezza del Priamàr di Savona con quasi 200 opere. Berzsenyi Balàzs, scultore ungherese con una suggestiva installazione-scultura composta da alcuni elementi stilizzati: persone di differente etnia e religione animate dallo stesso desiderio di vivere e lavorare in armonia, in una sorta di abbraccio simbolico.

 

9 novembre - "Il Portatore del Risveglio" di Sofia Brizzi a Rapallo negli "Scrittori in riva al mare"

Sabato 9 novembre ore 15 a Villa Tigullio - Parco Casale - Rapallo - tel. 0185 63304
L’ASSOCIAZIONE AMICI DELLA BIBLIOTECA INTERNAZIONALE

nella rassegna SCRITTORI IN RIVA AL MARE

presenta il secondo volume della trilogia fantasy "La Regina della torre"

Il Portatore del Risveglio

di Sofia Brizzi

Introducono Giorgio Fornari e Nadia Regini.

Dialogheranno con Sofia, gli “Scrittori in riva al mare”

Studentessa diciassettenne del liceo classico Andrea D’oria di Genova, giurata al premio I(R)RUENTES, ha già collezionato premi e segnalazioni per la sua attività di scrittrice e poetessa. Nel 2020 l’uscita del terzo e ultimo libro della trilogia. 

Per vedere un video della presentazione del primo volume clicca qui 

 9 novembre LocandinaBrizziRapallo

21 novembre - Genova - "I recanti della memoria" di Nino Durante alla Feltrinelli

Giovedì 21 novembre 2019 alle 18,00 alla libreria laFeltrinelli in via Ceccardi a Genova

Carlo Romanengo, storico, e  Carla Scarsi, giornalista, presentano

I recanti della memoria

Giochi, storie, curiosità per i bambini di oggi

di Nino Durante

I recanti della memoria Copertina web

Tornare indietro nel tempo si può, basta trasformare i nostri ricordi in attualità, come quella di riesumare e consegnare ai nostri figli e nipoti quei giochi che ci avevano resi così felici. Questo libro vuol essere anche storie, curiosità, ricette, tradizioni legate alle nostre radici, per stare insieme e ricordarsi che noi siamo e viviamo di racconti.


Nino Durante è nato nel 1948 a Genova Pra’. Amante delle tradizioni e della lingua genovese, inizia la sua opera di tutela e recupero del vernacolo come cantautore. In seguito diventa conduttore radiofonico, e dai microfoni delle varie emittenti locali promuove la nostra parlata soprattutto attraverso il linguaggio musicale.

 

21 novembre 2019 Invito Feltrinelli Recanti di Nino Durante Page 1

21 novembre 2019 Invito Feltrinelli Recanti di Nino Durante Page 2

20 novembre - "Vivian, Máxima... e le altre donne al Mondadori Bookstore di Siracusa

Mercoledì 20 novembre alle 17.30

nel Mondadori Bookstore in viale Teocrito 125 a Siracusa

presentazione di

Vivian, Máxima... e le altre donne

di Vittoria De Marco Veneziano

Introduce Annalisa Sansalone (Mondadori Bookstore)

Saluti: Prof.ssa Lia Bonafede - Convegni Beata Maria Cristina di Savoia di Siracusa

Dialoga con l'Autrice: Elettra D'Annibale Stornello

Lettura: dott.ssa Giusy Piraneo Bucolo

 

20 novembre Vivian Maxima e le altre donne 

Donne di ieri e di oggi che hanno fronteggiato, con determinazione e coraggio, tabù e pregiudizi di vario genere. Donne coerenti spinte dalla passione. Sono state “prime” in qualcosa, hanno osteggiato mafie, discriminazioni e aperto la strada all’eccellenza femminile. Si sono opposte alle regole sociali e alle famiglie che soffocavano la loro sete di conoscenza… Alcune sono, ingiustamente, dimenticate. Il mondo è pieno di tracce di questo universo di donne, segni che attendono soltanto che qualcuno li scopra. Questo libro vuole renderne visibili alcuni.

 

 

 

18 novembre - Genova - Proiezione della storia della strada a mare in occasione della presentazione del volume "Una strada oltre il ponte Morandi"

Lunedì 18 novembre alle ore 16 a Genova

nella Sala Trasparenza Regione Liguria in piazza De Ferrari

Proiezione della storia della strada a mare

in occasione della presentazione del volume di Vincenzo Cosenza e Maria Pina Usai

Una strada oltre il ponte Morandi

Via Guido Rossa e Lungomare Canepa: l’abbraccio che ha salvato Genova

The road beyond the Morandi bridge

Via Guido Rossa and Lungomare Canepa: the embrace that saved Genoa

Strada a mare Copertina

Una strada oltre il ponte Morandi” descrive gli interventi compiuti per accelerare e portare a termine, nei tempi più brevi possibili, tre importanti opere progettate e avviate da tempo, che al momento del crollo diventarono di importanza vitale: Lungomare Canepa, via Guido Rossa e le rampe del Lotto 10 di Cornigliano. In realtà una sola grande opera, una strada quasi rettilinea di oltre tre chilometri che congiunge la Lanterna all’aeroporto attraversando il Polcevera e che ha ricucito i due tronconi della città separati dal crollo dell’autostrada. Un libro storico, che ripercorre gli eventi dalle demolizioni della siderurgia.

Con testi in italiano e in inglese, e con una ricca documentazione fotografica e cartografica, con immagini storiche e recenti

Nel libro parlano anche i protagonisti: gli amministratori della Liguria e del Comune di Genova, i responsabili delle società che hanno coordinato l’intervento (Società per Cornigliano e Sviluppo Genova), le imprese che hanno portato a termine i lavori affrontando enormi difficoltà tecniche e organizzative. Sono imprese del Nord, del Centro e del Sud che rappresentano l’eccellenza italiana nel campo delle infrastrutture stradali e che hanno mobilitato tutte le loro forze nel momento in cui Genova ha chiesto aiuto.

The new bridge is not there yet but Genoa is already back on its feet. A new road has reunited the city snapped in half by the catastrophe of the Morandi bridge collapse, which led to the death of 43 people on 14 August 2018, devastating the local economy and transport network. The city has already succeeded in repairing, at least in part, the wound. Because from that day, 14 August, the day of the disaster, people were working to reunite the city.
And in a few months, the most critical phase of the emergency had already been overcome.
This book describes the work carried out to complete, in the shortest time possible, three important works, planned and started some time before, which became vitally important when the bridge collapsed: Lungomare Canepa, Via Guido Rossa and the access ramps for Lot 10 in Cornigliano. In reality all part of one great single work, an almost straight road, more than 3 kilometres in length, to knit together the two halves of the city.

16 novembre - Genova - Alla Libreria San Paolo Silvio Ferrari presenta "Profughi d’Italia. 1943-1955. Il dramma dei giuliano-dalmati dalle foibe ai Centri di raccolta. L’accoglienza a Genova e in Liguria" di Petra Di Laghi

Sabato 16 novembre 2019 alle 10,30 il prof. Silvio Ferrari presenta il volume

PROFUGHI D'ITALIA

1943-1955  

Il dramma dei giuliano-dalmati dalle foibe ai Centri di raccolta.

L’accoglienza a Genova e in Liguria

di Petra Di Laghi

Profughi dItalia Copertina web 

 

Al termine della Seconda guerra mondiale comincia l’esodo di circa trecentomila italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia, terre di confine sottoposte per decenni a catastrofi belliche, stravolgimenti di regimi e nazionalità, capovolgimenti culturali e linguistici.

Il libro ricostruisce non solo le vicende che provocarono quello spostamento di massa dopo la tragica stagione delle foibe e il passaggio di quei territori sotto il regime jugoslavo, ma anche il lungo viaggio che i profughi dovettero intraprendere verso la ricerca della normalità di una fissa dimora. Attraverso testimonianze e documenti inediti si delinea il difficile percorso degli esuli nell’Italia del secondo dopoguerra e all’interno dei Centri Raccolta Profughi sparsi in tutta la penisola.


Petra Di Laghi (Genova, 1992) è laureata in Scienze storiche a Torino. È specializzata in comunicazione storica e ha approfondito la materia della formazione, gestione e conservazione di archivi digitali in ambito pubblico e privato. Sulla sua tesi magistrale "L’esodo giuliano-dalmata tra emergenza e accoglienza: il caso di Genova (1945-1955)" ha pubblicato vari articoli e tenuto conferenze.

Questo volume è il frutto degli ulteriori approfondimenti e ampliamenti delle sue ricerche sull’argomento.

14 novembre - "Vivian, Máxima... e le altre donne alla Biblioteca De Nava di Reggio Calabria

Giovedì 14 novembre alle 16.45

nella Biblioteca De Nava di Reggio Calabria

presentazione di

Vivian, Máxima... e le altre donne

di Vittoria De Marco Veneziano

Conduce Stefano Iorfida

Intervengono Anna Canale Parola, Franco Cernuto, Daniela Scuncia

VIvan Maxima a Reggio Calabria 

 Donne di ieri e di oggi che hanno fronteggiato, con determinazione e coraggio, tabù e pregiudizi di vario genere. Donne coerenti spinte dalla passione. Sono state “prime” in qualcosa, hanno osteggiato mafie, discriminazioni e aperto la strada all’eccellenza femminile. Si sono opposte alle regole sociali e alle famiglie che soffocavano la loro sete di conoscenza… Alcune sono, ingiustamente, dimenticate. Il mondo è pieno di tracce di questo universo di donne, segni che attendono soltanto che qualcuno li scopra. Questo libro vuole renderne visibili alcuni.

 

 

Il nostro sito usa i cookies per migliorare e ottimizzare la navigazione e consentire l'uso degli strumenti di acquisto. Non usiamo altri tipi di cookies. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.