Blog Notizie

28 giugno - "DESTRA D’ITALIA" di Marco Mensi alla Feltrinelli di Genova

Venerdì 28 giugno 2019  alle 18,00 alla libreria laFeltrinelli di Genova (via Ceccardi 16)
presentazione di

DESTRA D’ITALIA
Una breve storia da Cavour a Salvini

di Marco Mensi

Destra dItalia Copertina Web2

Intervengono: lo storico Aldo Alessandro Mola
e il Prof. Guido Levi dell’Università di Genova

Il ruolo della destra, dei suoi partiti e dei suoi rappresentanti in un secolo e
mezzo per giungere all’analisi dei risultati delle ultime elezioni europee.
Quale potrà essere il futuro della destra non solo in Italia ma nella stessa
Europa alla luce dei rigurgiti xenofobi e nazionalisti che l’hanno contagiata?

 

28 giugno Destra dItalia

20 giugno - "La Magia del prossimo Volo" di Alessandra Pesce alla Feltrinelli di Parma

Giovedì 20 giugno 2019 alle 18.00 alla Libreria laFeltrinelli di Parma (via Farini 17) 

presentazione del volume 
La Magia del prossimo Volo

di Alessandra Pesce

La magia del prossimo volo Copertina web

Presenta Simone Farello, autore del volume Il Cuore di de Coubertin (Erga ed)

 


Alessandra Pesce: nata a Genova nel 1996, nel 2014 ha pubblicato con ERGA Sogna, Vola... Piccola Farfalla!, un best seller nel campo editoriale sportivo. Scrive di getto, a seguito di un infortunio che la costringe ad uno stop prolungato, ma che non l’allontana dal suo mondo ginnico. Nasce il suo nuovo racconto: La Magia del prossimo Volo. Laureata in Scienze Motorie e Sportive, nel 2017 ha conseguito la qualifica di Giudice di Gara di Ginnastica Artistica femminile.

 

20 gugno locandina Feltrinelliparma

 

25-30 giugno - Genova - ZONES PORTUAIRES - #OURPORT di Michela Canalis

All'interno della 5a edizione del Festival 

ZONES PORTUAIRES / GENOVA 

Il primo Festival Internazionale tra Città e Porto

nel Container ZPGE di piazza Caricamento

#OURPORT GENOA PORT 24h

 Il Porto di Genova in 24h 

di Michela Canalis
da martedì 25 a domenica 30 giugno, ore 10:00 > 20:00
visita con l’autrice domenica 30 giugno ore 18:00

 

ZPGE19 OURPORT

Our Port Copertina web

 

 

Con il suo programma di visite, esplorazioni, esposizioni, talk, navigazioni, installazioni e performance artistiche, il primo Festival del Porto in Italia propone momenti di connessione tra questi due mondi. Gli eventi permettono di scoprire in sicurezza aree portuali normalmente non accessibili, e sebbene il festival si concentri in una settimana, ZPGE è un dispositivo che attiva percorsi di ricerca e creazione culturale, di sensibilizzazione e partecipazione pubblica durante tutto l’anno: le attività, nelle loro fasi ideative e di elaborazione, si sviluppano in collaborazione con diversi soggetti, pubblici e privati, dalla scala territoriale a quella internazionale. Nato nel 2010 a Marsiglia come festival cinematografico, dal 2015 Zones Portuaires si tiene anche a Saint-Nazaire, sull’Atlantico, e a Genova, con l’obiettivo di contribuire alla contaminazione interdisciplinare tra Città e Porto, al fine di rafforzarne la reciproca conoscenza e connessione.

Il tema della quinta edizione genovese, NUOVE ROTTE, vuole affermare l’importanza del dialogo e dell’incontro continuo con le altre città portuali come porte del mondo, promuovendo la libera circolazione del pensiero, delle idee e delle persone. Quando le vecchie rotte diventano impraticabili, è responsabilità di tutti cercarne di nuove, ideando strumenti di navigazione capaci di mantenere aperto lo spazio in cui viviamo.
ZPGE è realizzato da U-BOOT Lab e Incontri in Città.
L’edizione 2019 del Festival è parte della Genoa Shipping Week.

 

Per scaricare ilprogramma clicca qui 

9 giugno alle 18 - "The colors of Japan" alla Festa del Giappone di Milano

Sabato 9 giugno alle 18 in occasione della Festa del Giappone al Parco IDroscalo di Milano (presso il Circolo Magnolia)

Fabio Accorrà presenta il suo volume 

THE COLORS OF JAPAN 

assieme alla dottoressa Aurora Canepari, direttrice del Museo d'arte orientale Edoardo Chiossone di Genova

 

9 giugno a milano

 

 

 

8 giugno - Alla ricerca di Peter Pan a Sestri Levante in occasione del Festival Andersen

Sabato 8 giugno 2019, alle ore 18.30 in Piazzetta Bellotti a Sestri Levante (GE)

nella splendida cornice del Festival ANDERSEN si terrà lo spettacolo

ALLA RICERCA DI PETER PAN

INGRESSO GRATUITO

Peter Pan allAndersen di Setri Levante

7 giugno a CHIAVARI "Peccato io non sono sorda" di Tiziana Cecchinelli

Venerdì 7 giugno alle 18 a CHIAVARI presso la Società Economica di Chiavari in via Ravaschieri

 

Istituto Assarottil'IStituto Assarotti per sordomuti 

presenta il volume

PECCATO IO NON SONO SORDA

di Tiziana Cecchinelli

Peccato io non sono sorda Copertina web

Con la partecipazione ed il contributo  di:

Dott.  Agostino Canessa – otorinolaringoiatra – responsabile divisione ORL- ASL4 sistema sanitario Regione Liguria

Dott.ssa  Maria  Carmela Valente – logopedista, neuro-psicomotricista Apprendinsieme centro età evolutiva 

Cav. Ezio Lubrano – Presidente Ente Nazionale Sordi Regione Liguria

Dott.  Carlo Di Biase – docente LIS, guida museale in LIS

 

Traduzione simultanea in LIS - Ingresso libero

 


 

“Peccato, io non sono sorda!” è l’autobiografia dell’autrice. È la storia di una bambina cresciuta da due madri, una udente, l’altra sorda. Appartenenti a due mondi distanti tra loro, il cui unico collegamento è lo spazio creato dal vivere assieme. Una terra di mezzo dove vivono tutti i figli udenti di genitori sordi e i famigliari di persone con disabilità. Due mondi e due modi di comunicare, con la voce e con le mani. È la storia di chi ha tentato di scappare, di chi non ha tollerato la vergogna di avere due genitori sordi, di chi non ha saputo tacere e di chi ha taciuto.

La figlia diventa donna e tre bambine sorde irrompono improvvise nel tran tran lavorativo. Impossibile resistere. Chiara, Martina ed Emma la riportano a casa, dove ha potuto recuperare il suo essere stata sorda per non sentire e non vedere le parole e gli occhi degli altri.

“Peccato, io non sono sorda!” è il racconto del cammino di una figlia mezza sorda e mezza udente. Amante della disabilità. Alla ricerca di se stessa.

1 giugno - Mortola e Picetti allo Spazio aperto di Santa Margherita

1 giugno Santa Margherita Spazio Aperto

Sabato 1 giugno alle 17 a Santa Margherita Ligure nello Spazio Aperto Via dell’Arco, 38
Letture e canzoni
dal volume di poesie in lingua genovese


Sotta ûn çê ch’o sa de sâ


con l'autore Benedetto Mortola 

sarà presente il cantautore Franco Picetti che interpreta alcune delle poesie con la chitarra

 

 

Questo libro può essere letto, viaggiato, esplorato, e può essere un libro cantato, dove la voce che legge diventa musica. La lingua genovese sa trasformare facilmente la poesia in musica. La poesia spesso è un viaggio per ritrovare una identità. Alla ricerca di un noi e di un altro che ci legga, magari ad alta voce. Uno specchio e una guida. La sfida è ritrovare il senso delle origini, riappropriarsi della memoria, impadronirsi di nuovo della lingua di chi è passato prima di noi, ha solcato questo mare, lavorato e abitato questa terra. Qui. In Liguria.

Conta arregordi in sce-o fî da memöia” (racconta ricordi sul filo della memoria), ma non lasciamo che la lingua genovese ci racconti solo il passato. Parliamola. Cantiamola. Usiamola per raccontare la nostra vita di oggi. Soltanto così, se la impastiamo con il quotidiano che ci scorre tra le dita, la faremo vivere ancora.

Immagina una serata tra amici. Una festa. Un qualsiasi momento dove si sta insieme. Una voce incomincia a leggere. Un’altra prosegue. Un racconto e un ascolto corale. Parole ad alta voce per celebrare il tempo che viviamo insieme. In genovese. Come si faceva una volta. Prima che TV, PC e cellulari ci rinchiudessero nello spazio ristretto del nostro ego.

Per ascoltare alcune poesie lette dall'autore, clicca qui 

Per saperne di più sull'autore, visita il suo sito cliccando qui 

27 maggio - Genova, Loggiato di Palazzo Doria Spinola. Fino all'11 giugno Enrico Merli espone all'interno della mostra "Shoah, il dovere della memoria"

27 maggio

Genova, Loggiato di Palazzo Doria Spinola (Palazzo della Prefettura)

Fino all'11 giugno Enrico Merli - art director di Erga - espone all'interno della mostra

"Shoah, il dovere della memoria

assieme a Franco Buffarello, Geppo Monzio Compagnoni e Corrado Leoni.

Organizzazione di Pietro Bellantone

Il dovere della memoria web

24 maggio - Genova - "Il lettor sportivo" al Porto Antico


Chi è un appassionato di sport? È qualcuno che ama vivere e rivivere grandi imprese, sia quelle cui ha potuto assistere di persona sia quelle che gli vengono raccontate, da coloro che le hanno vissute o da coloro che le hanno a loro volta ascoltate.
Lo sport, come lo intendiamo noi moderni, è un catalogo di storie che volano veloci di bocca in bocca, di città in città, di generazione in generazione, sino a quando non si afferma in qualche modo una storia più vera delle altre che, comunque, non cancellerà le alternative.
I primi aedi dello sport sono stati i tifosi, poi sono venuti i giornalisti, quelli della carta stampata, che hanno creato un connubio tra cronisti, atleti e lettori difficile da ritrovare in qualunque altro fenomeno culturale di massa e che ha raggiunto livelli ancora più estesi con l’avvento della radio e degli ascoltatori.
Lo sport è forse la prima mitologia globale, che reclama il mondo intero come scenario. I giornalisti diventano quindi sia i testimoni del mito sia, spesso, i confidenti degli eroi, degli atleti. Penso che lo potrà raccontare anche Ilaria Leccardi, una delle tante ospiti di questa prima rassegna di cultura sportiva organizzata nello spazio Erga Edizio­ni, alla Festa dello Sport 2019, presso i Magazzini del Cotone.

Questo rapporto speciale tra narrazione, gioco e agonismo non è stato interrotto nemmeno dallo strapotere televisivo, come dimostrano le opere sul calcio presentate in questa Festa dello Sport. La mondovisione ha infatti rappresentato un ulteriore luogo in cui le storie proliferano e i miti si alimentano. Se ci si pensa bene è la stessa cosa accaduta ai libri: resistono a qualunque innovazione tecnologica, a qualunque tentativo di smaterializzazione. Le pagine sono come i corpi degli atleti: ineludibili. Forse per questo stiamo assistendo negli ultimi anni a due fenomeni. Il primo è il numero sempre maggior di atleti-scrittori. L’epigono è forse l’André Agassi di ‘Open’, che non è una semplice autobiografia, e un esempio ne sono le ginnaste Alessandra Pesce e Arianna Rocca ospiti de Il Lettor Sportivoqui a Genova. Il secondo è il numero sempre maggiore e la qualità sempre più alta di libri di ambientazione sportiva, che si stanno affermando come un vero e proprio genere letterario che parlano al pubblico e a quella particolare categoria di persone che sono gli atleti che leggono e a cui si rivolge Il lettor sportivo, perché così come il lettore è sportivo, così lo sportivo è lettore, come dimostra l’ultimo romanzo di Simone Farello ‘Il cuore di De Coubertin’, un romanzo delle Olimpiadi che parla di quello che accomuna tutti noi: il sogno.
Buona festa dello sport, buona lettura.
Marco Merli, editore

 


IL LETTOR SPORTIVO
LIBRO SANO IN CORPO SANO
PROGRAMMA

VENERDI 24 MAGGIO 2019


Dalle 14 alle 19,00 vieni a trovarci allo spazio di Erga Edizioni nei Magazzini del Cotone: Libri e Olimpiadi
 

SABATO 25 MAGGIO 2019


11.00-12,00 ‘Auricologia energetica - Benessere ed equilibrio energetico con la Medicina Tradizionale Cinese’. L’autore spagnolo José Luis Pachon Reyes presenta questo manuale, unico nel suo genere che ci introduce alla Medicina Tradizionale Cinese.

12.00-13,00 il Maestro di Yoga Walter Froldi, sulla traccia del libro esperienza di Silvia Santagostino “Yoga e cancro” (Erga edizioni) illustrerà i benefici della meditazione nelle terapie per i tumori.

14,30-15,30: ‘La coscienza del ciliegio’, il primo romanzo sullo Yoga, scritto dal Maestro Walter Froldi. una finestra unica sul mondo dello yoga.

15.30-16,30: cosa è il Qigong? La Maestra Maria Teresa Marchese racconta con la pratica questa disciplina cinese di tradizione antichissima, in cui la cui pratica conduce l’individuo in un percorso graduale di conoscenza del proprio funzionamento psico-fisico, con l’ausilio di due libri di straordinari maestri: Kenneth S. Cohen e soprattutto Li Xiao Ming, primario dell’Università di Medicina di Pechino e principale maestro di questa arte.

16.30-17,30 L’editore di Galata, Fabrizio Calzia presenta il libro di Diego Pistacchi, ‘Cosa ha fatto il Genoa’ che ci riporterà al football anni ’80 insieme a grandi protagonisti del Grifone come Claudio Onofri e Gianni Fossati

17.30-18,30 Olimpiadi a 360 gradi con oltre 100 aneddoti e 30 discipline. Tutto questo è “Il cuore di De Coubertin. Come Genova realizzò le Vere Olimpiadi” di Simone Farello. Con Stefano Anzalone, Igor Lanzoni, Tiziano Pesce, Paolo Gozzi.
 

DOMENICA 26 MAGGIO 2019


10.00-11,00. ‘Le ragazze del ‘68’ di Fabrizio Calzia (Galta Edizioni). La nascita del calcio femminile in Italia e del primo scudetto vinto dall’ACF Genova raccontata insieme a diverse protagoniste di quella squadra mitica, come Grazia Gerwien, Albertina Rosasco, Caterina Gaggero. Una storia importante alla vigilia del Campionato del Mondo di Calcio Femminile in Francia a cui l’Italia parteciperà da protagonista.

11.00-12,00 l’Aikido è un’arte marziale giapponese che può essere interpretata come una vera e propria arte. I due Maestri Cintura Nera 6° Dan Donato Campagna e Gigi Gori dimostreranno come l’Aikido con KI sia strumento pedagogico rivolto a ragazzi e insegnanti e pratica particolarmente adatta alle persone diversamente abili. Anche in questo caso alla base delle performance ci saranno i libri di due grandi maestri Koichi Thoei e Kenjiro Yoshigasaki, pubblicati in esclusiva italiana da Erga Edizioni. Senza dimenticare i libri del Maestro italiano Beppe Ruglioni.

 

Nell'immagine qui sotto due degli autori Erga che hanno presentato i loro volumi, Alessandra Pesce e Simone Farello

Il lettor sportivo

12.00-13,00 Donato Campagna 6° Dan di Aikido, ci rivelerà il mondo della tecnica di massaggio Kiatsu, una pratica particolare, e poco conosciuta, che non prevede la digitopressione ma l’invio di energia attraverso le dita.

15.30-19,00 Maratona Ginnastica! Dalle magie del volo e dei sogni olimpionici ai grandi progetti per salvare le vite umane. La ginnastica artistica e la ginnastica ritmica raccontate da Alessandra Pesce, Ilaria Leccardi, Arianna Rocca con i loro libri ‘Sogna, vola piccola farfalla’ e ‘La magia del prossimo volo’, ‘In volo. Storie di ginnastica ritmica’ e ‘Salto avanti. La ginnastica, l’Africa, la mia vita’.

24 maggio a LA SPEZIA "Peccato io non sono sorda" di Tiziana Cecchinelli

Venerdì 24 maggio alle 18,30 a LA SPEZIA in piazza Brin

presentazione del volume

PECCATO IO NON SONO SORDA

di Tiziana Cecchinelli

Peccato io non sono sorda Copertina web

24 maggio Spezia Cecchinelli

 

“Peccato, io non sono sorda!” è l’autobiografia dell’autrice. È la storia di una bambina cresciuta da due madri, una udente, l’altra sorda. Appartenenti a due mondi distanti tra loro, il cui unico collegamento è lo spazio creato dal vivere assieme. Una terra di mezzo dove vivono tutti i figli udenti di genitori sordi e i famigliari di persone con disabilità. Due mondi e due modi di comunicare, con la voce e con le mani. È la storia di chi ha tentato di scappare, di chi non ha tollerato la vergogna di avere due genitori sordi, di chi non ha saputo tacere e di chi ha taciuto.

La figlia diventa donna e tre bambine sorde irrompono improvvise nel tran tran lavorativo. Impossibile resistere. Chiara, Martina ed Emma la riportano a casa, dove ha potuto recuperare il suo essere stata sorda per non sentire e non vedere le parole e gli occhi degli altri.

“Peccato, io non sono sorda!” è il racconto del cammino di una figlia mezza sorda e mezza udente. Amante della disabilità. Alla ricerca di se stessa.

Il nostro sito usa i cookies per migliorare e ottimizzare la navigazione e consentire l'uso degli strumenti di acquisto. Non usiamo altri tipi di cookies. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.